FANDOM


VillaDerceto
Derceto è una villa in Louisiana, teatro degli avvenimenti che vedono protagonisti Edward Carnby ed Emily Hartwood nel primo Alone in the Dark.

CaratteristicheModifica

Dapprima una piantagione di proprietà di un certo Ledoux, poi venduta ad Ezechiel Pregzt (sotto il nome di Eliah Pickford) che vi edificò sopra la magione, Derceto deve il suo nome ad Astarte, uno dei nomi della dea siriana Atargatis e di Shub-Niggurath, nonché nome della nave di Pregzt. Fu acquistata da Howard Hartwood ed ereditata da suo figlio Jeremy; si tratta di una villa di tre piani più un'attico, dai documenti di gioco risulta che in passato fosse una piantagione. E' una magione molto grande, con cinque camere da letto, una sala da ballo, un'enorme biblioteca e dotata di quattro caminetti. Sembra che chiunque vi abbia vissuto abbia subito un forte fascino da parte dell'abitazione, in particolare verso una lunga rete di dedali sotterranei che l'attraversa. La villa è molto isolata e circondata da delle paludi.

PianterrenoModifica

Derceto Entrata1

Presso il pianterreno vi sono l'ingresso, la sala fumatori dove s'incontrerà lo spettro di fumo, l'ufficio di Jeremy Hartwood, un salone dove si combatterà con la forma spettrale di Ezechiel Pregzt, la cucina e la sala da pranzo dove ci si confronterà con diversi zombie. Infine vi sono la sala da ballo, dove bisognerà superare gli spettri danzanti mentre alcuni ragni attaccheranno in una camera decorata con una grande statua della dea Artemide. Dall'ufficio di Jeremy si possono raggiungere i cunicoli sotterranei della villa mentre vicino alle scale che conducono al piano superiore vi è la porta che conduce alla cantina. La porta d'ingresso nasconde una mostruosa entità che impedisce di fuggire finché Pregzt non sarà sconfitto

Primo Piano Modifica

Derceto PrimoPiano1

Al primo piano si trova un'armatura posseduta da uno spettro davanti all'accesso dell'enorme biblioteca. Dentro quest'ultima vi è il Vagabondo, una creatura adimensionale, e diversi tomi tra i quali i proibiti Al Azif e De Vermis Mysteriis. Un lungo corridoio passa dal retro della biblioteca collegando una camera per la servitù a quelle degli ospiti, con il relativo bagno (nel quale si può raccogliere un flacone medicinale e s'incontrerà un mostro); qui Jeremy Hartwood era solito appendere i suoi quadri tra i quali ne compaiono alcuni raffiguranti "l'uomo nero" che turbava i suoi sogni, una delle caverne sotterranee ed un nativo americano. Quando i suoi sogni divennero intollerabili Jeremy si spostò dalla camera al secondo piano presso una di quelle degli ospiti (dove Edward od Emily affronteranno un Ghoul che irromperà dalla finestra) per poter essere più vicino alla biblioteca dove ormai rimaneva fino a notte fonda. Infine vi è una stanza con uno dei caminetti, dove si troverà uno spettro seduto.

Secondo Piano Modifica

Derceto SecondoPiano1

Al secondo piano vi è un lungo corridoio, il cui pavimento crollerà se ci si cammina sopra, che separa il bagno e uno studio con la camera padronale e la relativa anticamera. Davanti alle scale vi sono due Nightgaunts ed in questo piano si affronteranno alcuni zombie ed un Ghoul. In uno scaffale si può raccogliere un flacone medicinale, proprio come in quello del primo piano. Le scale per l'attico si trovano una piccola stanza alla fine del corridoio.

Attico Modifica

Derceto Attico1

L'attico della villa è dove Emily Hartwood ed Edward Carnby inizieranno la loro ricerca. Lì si trova il pianoforte che il detective deve recuperare e che la nipote di Jeremy intende esaminare per trovare sulle ragioni del suicidio di suo zio. Il primo zombi del gioco attaccherà uscendo da una botola a meno che non la si sia bloccata, mentre il primo Ghoul sfonderà una finestra a meno che non le si spinga l'armadio davanti. Inoltre vi è un curioso cavallino a dondolo che si muoverà se si cerca di interagirvi, tuttavia non ha alcuna utilità all'interno del gioco.

Cantina Modifica

Si può accedere alla cantina dalle scale del primo piano. Vi sono solamente alcuni topi, delle munizioni ed un documento da recuperare. Dietro alcune botti vi è un'accesso ai sotterrane dove Howard Hartwood trovò la morte.

Sotterranei Modifica

Derceto Sotterraneo3

I sotterranei della villa sono un dedalo di cunicoli che attraversa l'intera piantagione. Vi si può accedere dalla cantina o da un passaggio segreto nell'ufficio di Jeremy Hartwood. Sono abitate dallo Chthoniano, dai Profondi, da delle creature alate, da un ragno gigante ed un altro particolare mostro. Diverse grotte sono piene d'acqua e vi è un gigantesco labirinto immerso nell'oscurità al termine del quale si cela la caverna dove risiede Ezechiel Pregzt. Howard Hartwood sembrava ossessionato da questo sotterraneo, così come suo figlio Jeremy sentiva di esservi "richiamato" dall'entità che vi albergava.

StoriaModifica

Derceto Day 1

L'intera piantagione era in origine di un tale Ledoux che, caduto in disgrazia per via di qualche cattiva speculazione, fu costretto a venderla ad un tale Eliah Pickford nel 1818. Questi cominciò una serie di imponenti lavori per prosciugare le paludi intorno alla tenuta al fine di collegare la cantina con un complesso di grotte sotterranee. Pickford invitò i suoi vicini, tra i quali il Marchese di Champfrey all'inaugurazione della sua nuova dimora. Il 17 Giugno 1862 alcuni soldati dell'Esercito dell'Unione attraversarono la Louisiana e si accamparono fuori Derceto. Pickford invitò il capitano J.W. Norton ed il suo luogotenente, Patterson, a cena dove prima stupì gli ospiti con la sua impressionante cultura, poi cercò di drogare Norton con un sigaro dando inizio ad uno scontro a fuoco nel quale la tenuta bruciò, la biblioteca fu l'unica ala che venne risparmiata dalle fiamme. Fino al 1875 Derceto rimase in stato d'abbandono, quando Howard Hartwood l'acquistò per ristrutturarla. Questi rimase molto affascinato dalla storia del precedente proprietario, al punto da non cambiare nome alla villa e a ricercare ossessivamente informazioni su di lui presso i tomi della biblioteca. Howard riuscì a trovare il cunicolo che dalla cantina conduceva ai sotterranei e lì si suicidò mozzandosi la lingua, soffocando per il suo stesso sangue.

Derceto Day 2

Derceto passò quindi a suo figlio Jeremy, pittore che vi invitò spesso la nipote Emily e la sua famiglia. Le sue notti però iniziarono ad essere turbate da incubi orrendi nei quali un "uomo nero" lo perseguitava. Anch'egli frequentò assiduamente la biblioteca e, su consiglio del suo medico, passò dal dormire nella camera padronale al secondo piano ad una di quelle per gli ospiti al primo. Jeremy si suicidò impiccandosi nell'attico della villa, le indagini della polizia si conclusero rapidamente e la tenuta passò alla nipote Emily la quale subì le pressioni del notaio di famiglia Mac Carfey affinché vendesse Derceto quanto prima.

Alone in the DarkModifica

6e8ae8d857caa1d8a7733ea0d841e7134c02acd696539648095504232cc2e7d8 product card v2 mobile slider 639

Il suicidio di Jeremy spinge Emily a recarsi a Derceto per scoprire i motivi di quel gesto. Allo stesso tempo l'investigatore privato Edward Carnby viene contattato dall'antiquaria Gloria Allen per recuperare un prezioso pianoforte tenuto nell'attico della villa, prima che tutta la proprietà finisse all'asta. I due restano imprigionati all'interno dove sono attaccati da orribili creature. Scoprono quindi che l'origine del male che infesta Derceto è Pregzt stesso, la cui anima fu infusa in un albero dai suoi servi dopo che il capitano Norton gli sparò. Riusciti a privare l'occultista dei suoi poteri grazie all'uso di un amuleto atavico i due distruggono l'albero dandogli fuoco e fuggono dai sotterranei che crollano su loro stessi. Infine lasciano la villa, ora libera dall'influenza malvagia.

Alone in the Dark 2 Modifica

Articolo Derceto

Secondo il Mystery Examiner allegato ad Alone in the Dark 2, Derceto è stata successivamente acquistata dal celebre architetto Frank Stride, il quale ci è andato a vivere con suo padre, da tempo considerato erroneamente morto. Successivamente si fa riferimento alla scomparsa di una donna del posto, Jezebel Ebenzer, nelle paludi che circondano la zona. Tuttavia l'articolo contiene un errore cronologico riportando che i fatti di Derceto che videro protagonista Edward Carnby avvennero tre anni prima, ossia nel 1921.

RemakeModifica

DECERTO-small1
Nei video di promozione interna di Alone in the Dark: One è possibile vedere solamente l'attico ed il secondo piano, riprodotti fedelmente. La disposizione degli oggetti ha logicamente subito delle variazioni ma l'ambiente è estremamente coerente con la struttura della villa, compreso di pavimento che crolla al secondo piano e creature che attaccano sfondando le finestre.

Curiosità Modifica

Bizzarria1

-Una famosa caratteristica di Alone in the Dark è la possibilità di evitare il primo scontro con uno zombie bloccando la botola dalla quale esce, nell'attico, spingendovi sopra il baule contente il fucile. Tuttavia la si bloccherà anche piazzandoci sopra un semplice sgabello.

-Molti elementi di Derceto vengono reinterpretati ed ampliati in Alone in the Dark: The New Nightmare, il nome stesso viene citato nel personaggio di Judas De Certo, il cui cognome è un'anagramma di Derceto.

Bizzarria4

-Il pavimento del secondo piano crollerà solamente se a salirci sopra sarà il giocatore. Se vi si spingeranno sopra degli oggetti o se saranno delle creature a camminarvi reggerà.

-Il nome della villa viene più volte citato nel titolo del 2008 Alone in the Dark ed in Illumination.

-Non è del tutto chiara la collocazione geografica di Derceto. Alcuni documenti di gioco indicano si trovi in Louisiana, tuttavia altri (compreso il Mystery Examiner) sostengono sia in Florida.

Galleria Modifica

Alone in the Dark
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.