Modellotopaccio.png

I ratti sono dei nemici Edward Carnby ed Emily Hartwood affrontano presso villa Derceto nel primo Alone in the Dark.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di tre piccoli ratti che si possono incontrare solamente nella cantina della villa. Si muovono rapidamente e attaccano emettendo uno strano verso (curiosamente più simile allo stridio di un uccello rapace che allo squittio di un topo) arrecando 1 punto danno. Quando vengono colpiti spiccano un balzo all'indietro per guadagnare spazio e ritornare alla carica.

Strategia[modifica | modifica sorgente]

Mickey.png

E' possibile affrontare i topi sia a mani nude (il personaggio in questo caso adotterà una particolare animazione che gli consentirà di calciarli, viste le loro ridotte misure, la stessa che usa con i piccoli ragni) che con armi corpo a corpo, le armi da fuoco invece non potranno colpirli. Tuttavia anche se incasseranno il colpo i ratti non possono essere uccisi, è quindi necessario evitare gli scontri con loro approfittando del fatto che, malgrado la velocità, tendono ad incastrarsi tra gli scaffali della cantina.

Alone in the Dark
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.